Informazioni sul Bilancio al 31 marzo 2009

INFORMAZIONI DELLA RELAZIONE SULLA GESTIONE AL BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31 MARZO 2009

Il progetto di bilancio in chiusura al 31 marzo 2009, sottoposto all'approvazione dell'Assemblea, ha presentato un utile di esercizio di Euro 25.935.910, dopo aver rilevato imposte sul reddito dell'esercizio per Euro 19.516.071.
Il valore dei Ricavi delle vendite e delle prestazioni conseguito è stato pari ad Euro 224.356.318 (rispetto ad Euro 215.254.274 relativi all'esercizio precedente) registrando un incremento di circa 4,23% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.
Anche quest'anno la Società ha dimostrato superiori performance rispetto al mercato. Infatti, i dati a disposizione relativi all'anno fiscale appena concluso mostrano che le vendite al pubblico e ospedaliere a valori, nonostante il mercato sia cresciuto del 3,7%, sono aumentate del 5,8% facendo sì che la Società si sia attestata su una quota di mercato dell'1,24% con un indice di evoluzione pari a 102. Per quanto riguarda il solo mercato al pubblico, escluse dunque le vendite ospedaliere, a valori i dati mostrano che il mercato ha maturato una crescita dell'1%, la Società è cresciuta del 2,9% attestandosi su una quota dell'1,38% e relativo indice di evoluzione pari a 102. Quindi ottenuti tali risultati, l'Azienda ha mantenuto il 19° posto nel rank delle aziende farmaceutiche nelle vendite al pubblic

Principali dati economici e finanziari*

*migliaia di euro

220.812
Rcavi netti
32.204
Risultato della gestione Caratteristica
25.936
Utile/(Perdita) dopo le tasse
Autofinanziamento
Numero di dipendenti

STRUTTURA SOCIETARIA ED INFORMAZIONI SULL’ATTIVITA’ DI “DIREZIONE E COORDINAMENTO”

La Società al 31 marzo 2009 risulta essere controllata da Takeda Europe Holdings B.V., Amsterdam, Olanda, con una percentuale del 76,92% e per la restante percentuale del 23,08% è partecipata dalla Finanziaria Gold – Fingold S.p.A.. Come già indicato nel bilancio d’esercizio chiuso al 31 marzo 2008, in osservanza di quanto stabilito nel D.Lgs. n. 6/2003, che nel modificare la disciplina delle società ha introdotto una specifica norma in tema di gruppi e, così come richiesto quindi dal documento 1 emesso dall’OIC (Organismo Italiano di Contabilit?), al fine di dare una visione complessiva e dinamica nel tempo, si fa presente che la Takeda Pharmaceutical Company Ltd espleta l’attività di direzione ed coordinamento sulla Società, le cui relazioni riguardano l’acquisto di materie prime necessarie per il processo produttivo delle specialità medicinali ed i costi e le royalties per la concessione delle licenze d’uso di prodotti.

Stato patrimoniale
attivo
31.03.2009
31.03.2008
Immobilizzazioni
1.006.239
246.325
Attivo circolante
1.753.949
2.602.954
Totale attivo
2.760.188
2.849.279
passivo
31.03.2008
31.03.2009
Capitale sociale
63.541
63.541
Riserve
64.340
306.399
Utile di esercizio
2.012.251
2.523.641
Patrimonio di terzi
42.389
41.750
Fondi per rischi e oneri
144.475
64.098
Trattamento di fine rapporto
17.535
19.757
Debiti
456.365
313.017
Ratei e risconti
87.972
129.874
Totale passivo
2.760.188
2.849.279
Conto economico
31.03.2008
31.03.2009
Ricavi netti
1.538.336
1.374.802
Costi e spese operative
(1.231.868)
(951.679)
Utile operativo
306.468
423.123
Altri ricavi (costi) netti
92.078
153.719
Utile prima delle imposte
398.546
576.842
Imposte dell’esercizio
(161.351)
(218.766)
Utile dell'esercizio
237.195
358.076
Utile di terzi
(2.810)
(2.623)
Utile del gruppo
234.385
355.453

I dati sopra esposti sono riferiti all'esercizio sociale giapponese 1.4.2008 - 31.3.2009 e sono relativi all'ultimo bilancio approvato e pubblicato.

QUADRO GENERALE DELL'ECONOMIA


Andamento della spesa farmaceutica pubblica:


Sulla base dei dati diffusi da Federfarma la spesa farmaceutica netta a carico del SSN nel 2008 è diminuita del 1% rispetto al 2007, attestandosi a 11.383 milioni di euro.
Il calo della spesa farmaceutica in atto da oltre due anni è dovuto ai diversi provvedimenti di contenimento della stessa entro i limiti fissati della legge, attuati a livello nazionale e regionale.
Come già evidenziato nella relazione sulla gestione dello scorso anno, anche nel 2008 continua ad aumentare il numero delle ricette (+5,5% rispetto al 2007): la riduzione della spesa a carico del SSN evidentemente è ancora correlata alla riduzione del valore medio di ciascuna ricetta a seguito degli interventi sui prezzi dei medicinali varati dall'AIFA a partire dal 2006, del crescente impatto del prezzo di riferimento dei medicinali equivalenti e delle misure applicate a livello regionale.
Un rilevante contributo al contenimento della spesa, inoltre, continua ad essere dato dalle farmacie oltre che con la diffusione degli equivalenti e con la tempestiva fornitura dei dati analitici dei medicinali erogati in regime di SSN, anche con lo sconto al SSN che ha garantito un risparmio di quasi 600 milioni di euro nel 2008, ai quali si aggiungono oltre 76 milioni di euro derivanti dal pay-back a carico delle farmacie dal 1° marzo 2007.
Il DL n. 207 del 30 dicembre 2008 ha, inoltre, prorogato al 31 dicembre 2009 l'opzione pay-back in scadenza il 31 dicembre 2008. Trattasi della possibilità di continuare ad applicare la sospensione della riduzione dei prezzi del 5% a fronte del versamento di un ammontare pari alla quota di extra-tetto a loro carico, calcolata in base agli elenchi approvati dall'AIFA con l'indicazione dei prezzi dei farmaci di fascia A e A-H a partire dal 1°marzo 2009.
(Fonti: Federfarma - documenti "La spesa farmaceutica nel 2008" e "Dati di spesa gennaio-febbraio 2009" disponibili sul sito www.federfarma.it/; "Rapporto OSMED gennaio - settembre 2008 L'uso dei farmaci in Italia" disponibile sul sito www.agenziafarmaco.it)
Inflazione: Nel mese di marzo 2009 il tasso di inflazione, misurato dall'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), è pari a 137,1 con una variazione di + 0,1% rispetto al mese di febbraio 2009 ed una variazione di +1,2% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. (Fonte: Istat - Indice dei prezzi al consumo - marzo 2009, dati aggiornati al 31 marzo 2009 diffusi con comunicato del 16 aprile 2009 disponibili sul sito www.istat.it)

RESPONSABILITA' SOCIALE DELL'IMPRESA


La Società continua a consolidare una cultura di responsabilità sociale dell'impresa mantenendosi sensibile alle preoccupazioni sociali ed ambientali, nello svolgimento delle proprie operazioni commerciali e nei rapporti con le parti interessate.
Tra le attività condotte da Takeda Italia riconducibili a un principio di responsabilità sociale, possono essere citate diverse iniziative che si rivolgono prima all'interno dell'azienda - alle proprie risorse umane - per poi passare all'esterno della stessa.
Per il proprio personale, la Società, oltre alle attività già avviate ed apprezzate ha realizzato diverse iniziative per la diffusione e la comprensione della filosofia aziendale, denominata Takeda-ismo:

  • Il 12 giugno celebrazione in tutte le filiali del Gruppo del Takeda Day, per consolidare il senso d'appartenenza ad una realtà internazionale;
  • Il Takeda-ismo Advent Calendar, calendario interattivo per il mese di giugno (mese del Takeda-ismo) con giochi e curiosità, inspirato ai Valori aziendali ed alla cultura giapponese;
  • Una speciale edizione del giornalino aziendale dedicata al mese del Takeda-ismo con testimonianze delle consociate europee e Casa Madre;
  • La realizzazione del volume "Valori e Foto: il Takeda-ismo in un click" con la raccolta delle fotografie scattate dai dipendenti nell'ambito del concorso fotografico sui Valori aziendali;
  • Lancio del progetto Takeda-ismo Labs, laboratorio formativo e continuativo per l'implementazione e diffusione della filosofia aziendale, aperto ai dipendenti riconosciuti quali migliori rappresentanti di ognuno dei cinque Valori del Takeda-ismo.

Inoltre, a queste iniziative si aggiungono:

  • Il Children Day presso la Sede di Roma e Cerano, iniziativa rivolta ai figli dei dipendenti con giochi, regali e la possibilità di visitare "l'ufficio di mamma o papà";
  • "Il Manifesto dei dipendenti Takeda", spot radiofonico al quale alcuni dipendenti hanno "prestato" la voce;
  • L'iscrizione annuale, per il personale di Sede e Stabilimento, al FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano), con la possibilità d'usufruire di alcune agevolazioni per la visita dei siti appartenenti al Fondo.
    All'esterno la Società continua a consolidare il proprio ruolo di azienda impegnata nella prevenzione e sensibilizzazione su importanti patologie ad impatto sociale quali il diabete e l'ipertensione.

Oltre ad una campagna di comunicazione istituzionale che sottolinea "la differenza tra curare e prendersi cura", vengono realizzate molteplici iniziative:

  • Con la campagna "Sei un Tipo 2?", l'azienda è presente nei Punti Coop Salute per un'importante campagna di prevenzione sul diabete i cui risultati vengono diffusi dalla Società Italiana di Medicina Generale ai propri iscritti;
  • Il 31 dicembre viene realizzato il 2° Capodanno d'Arte in occasione della mostra sui Neoimpressionisti a Milano, ai cittadini viene offerta la possibilità di visitare gratuitamente la retrospettiva e ritirare l'opuscolo Change dedicato all'importanza di uno stile di vita corretto;
  • In collaborazione con la Società Italiana di Cardiologia ed il patrocinio della Camera dei Deputati, viene realizzata, a Piazza Montecitorio a Roma, una giornata di prevenzione dei fattori di rischio cardiovascolare denominata "Cuori & Motori";
  • In occasione della personale dell'artista giapponese Utagawa Hiroshige, la Società promuove "Gli ideogrammi della Salute", campagna di sensibilizzazione sugli stili di vita;
  • Anche la XV Maratona di Roma diventa occasione per offrire alla popolazione, grazie alla collaborazione di medici specialisti, la possibilità di calcolare il proprio rischio cardiovascolare e ricevere informazioni su questa patologia.

La solidarietà nel sociale è invece testimoniata dalle iniziative in cui la Società è coinvolta da tempo e su diversi fronti in collaborazione con alcune associazioni no profit operanti in tutto il mondo a sostegno dei più bisognosi.
La Società, mantenendo sempre in modo costante l'impegno con strutture sanitarie, associazioni specialistiche ed associazioni non lucrative, attraverso l'erogazione di finanziamenti di borse di studio e contributi a sostegno di progetti umanitari, si è particolarmente impegnata nel sostegno di alcuni importanti progetti quali:

  • Il BAOBAB Project, in collaborazione con Amicus Onlus, nell'ambito del quale più di 80 medici italiani hanno volontariamente svolto la propria attività presso il Baobab Medical Centre - all'interno del villaggio Baobab costruito nel distretto di Biriwa in Ghana - allo scopo di fare formazione e trasferire così le informazioni più aggiornate al personale medico ed infermieristico ghanese;
  • L'adozione a distanza di 10 bambini residenti in paesi in via di sviluppo, in collaborazione con Reach Italia Onlus;
  • La realizzazione di un asilo per bambini a Sisi Ni Kesho - Tanzania - in collaborazione con C.O.P.E., organismo di volontariato con sede a Catania;
  • La realizzazione, presso l'Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma - Unità Operativa di Ematologia - ed in collaborazione con l'Associazione Davide Ciavattini Onlus, di un allestimento di fiabesche scenografie per aiutare i piccoli degenti a contenere il trauma dell'ospedalizzazione;
  • Il sostegno dell' "Outreach Medical Service Programme" dei Flying Doctors di Amref, progetto umanitario che porta assistenza medica a circa 30 milioni di abitanti delle aree rurali dell'Africa orientale e coinvolge 125 ospedali;
  • Il contributo alla realizzazione di una casa d'accoglienza "mamma-bimbo" in Romania, nell'ambito del progetto "Koinè2-Romania" dell'Associazione Enzo B. di Torino, per dare la possibilità alle madri in difficoltà di compiere un percorso di crescita e consapevolezza.


La Società conferma, altresì, il proprio impegno per la difesa dell'ambiente e la tutela delle risorse facendo sottostare le attività di produzione a limiti più restrittivi di quelli previsti dalle leggi vigenti in materia e secondo le procedure ispirate alle Linee Guida ISO 14001. Inoltre, l'applicazione di un sistema di gestione ambientale coinvolgerà presto l'intera azienda ed il suo personale interno ed esterno.