Informazioni sul Bilancio al 31 marzo 2015

INFORMAZIONI SULLA RELAZIONE SULLA GESTIONE AL BILANCIO AL 31 MARZO 2015

Il progetto di bilancio relativo all'esercizio con chiusura al 31 marzo 2015 (di seguito anche FY2014), che sottoponiamo all'approvazione dell'assemblea, presenta un utile di esercizio di Euro 18.360.540 aver rilevato imposte sul reddito dell'esercizio per Euro 13.184.655.

Il valore dei Ricavi delle vendite e delle prestazioni conseguito è stato pari ad Euro 353.592.004 (rispetto ad Euro 338.863.754, relativi all'esercizio precedente) registrando un incremento di circa 4,34% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Principali dati economici e finanziari*

*migliaia di euro

353.592
Rcavi netti
31.377
Risultato della gestione Caratteristica
18.361
Utile/(Perdita) dopo le tasse
20.367
Autofinanziamento
475
Numero di dipendenti

STRUTTURA SOCIETARIA ED INFORMAZIONI SULL’ATTIVITA’ DI DIREZIONE E COORDINAMENTO

La struttura azionaria di Takeda Italia S.p.A. alla chiusura dell’esercizio è così composta:

  • Takeda GmbH, titolare di n.90.000 azioni ordinarie corrispondenti ad un valore nominale di Euro 9.000.000 ed una percentuale del capitale sociale pari allo 80%;
  • Takeda Europe Holdings B.V. titolare di n.22.500 azioni ordinarie corrispondenti ad un valore nominale di Euro 2.250.000 ed una percentuale del capitale sociale pari al 20%.
Come già indicato nel bilancio d’esercizio chiuso al 31 marzo 2014, in osservanza di quanto stabilito nel D.Lgs. n. 6/2003 in tema di gruppi e, così come richiesto dal documento emesso dall’OIC (Organismo Italiano di Contabilità), al fine di dare una visione complessiva e dinamica nel tempo, si fa presente che la Takeda Pharmaceutical Company Ltd espleta l’attività di direzione e coordinamento sulla Vostra Società, le cui relazioni riguardano principalmente l’acquisto di materie prime necessarie per il processo produttivo delle specialità medicinali e le royalties per la concessione delle licenze d’uso di prodotti.

Dati essenziali sulla società che esercita direzione e coordinamento (ex art. 2497-bis Codice Civile)

Takeda Pharmaceutical Company Ltd Bilancio consolidato aL 31 marzo 2015 (in milioni di yen)

Stato patrimoniale
Attivo
31.03.2015
31.03.2014
Immobilizzazioni
2.328.097
2.534.605
Attivo circolante
1.968.095
2.034.539
Totale attivo
4.296.192
4.569.144
Passivo
31.03.2015
31.03.2014
Capitale sociale
64.044
63.562
Riserve
2.073.003
2.407.177
Patrimonio di terzi
69.129
69.896
Fondi per rischi e oneri
621.793
859.984
Trattamento di fine rapporto
91.686
76.497
Debiti
1.376.537
1.092.029
Totale passivo
4.296.192
4.569.144
Conto economico
31.03.2015
31.03.2014
Ricavi netti
1.777.824
1.691.685
Costi e spese operative
(1.907.078)
(1.552.412)
Utile operativo
(129.254)
139.274
Altri ricavi (costi) netti
(16.184)
19.577
Utile prima delle imposte
(145.438)
158.851
Imposte dell’esercizio
2.403
(49.292)
Utile dell'esercizio
(143.035)
109.558
Utile di terzi
(2.741)
(2.900)
Utile (perdita) dell'esercizio
(145.776)
106.658

I dati sopra esposti sono riferiti all'esercizio sociale giapponese dal 01.04.2014 al 31.03.2015 Il tasso di cambio al 31/03/2015 è pari a 128,95 Yen per 1 Euro

Il contesto macroeconomico generale ed il settore farmaceutico in Italia

Nel 2014 l'economia internazionale ha dato segnali di miglioramento che si sono consolidati nel corso dell'anno, in particolare per gli USA e i Paesi emergenti. Anche l'area Euro è tornata a crescere dopo anni di stagnazione.
Il PIL in Italia è diminuito del -0,4%, registrando l'unico caso tra le Economie Avanzate - per il terzo anno consecutivo una contrazione (-2,3% nel 2012 e -1,9% nel 2013). Tuttavia si è arrestata la caduta dei consumi (+0,2%), mentre è proseguita quella degli investimenti (-2,4%), e l'export ha confermato il suo contributo positivo.
In prospettiva sono soprattutto il calo del prezzo del petrolio, la riduzione dei tassi di interesse e un cambio euro/dollaro più favorevole all'export a motivare aspettative di ripresa per il biennio 2015-2016, per il quale le previsioni del Governo contenute nel DEF indicano una crescita rispettivamente di +0,7% e +1,3%. I dati relativi al primo trimestre 2015 confermano tali previsioni.

Nel 2014 l'attività industriale della farmaceutica in Italia ha confermato importanti caratteristiche di vitalità

Il quadro dell'occupazione nel 2014 ha mostrato segni di recupero a partire da giugno. Dopo molti mesi di riduzione del numero di addetti a fine anno il settore segna una +1% rispetto all'anno scorso, con gli occupati che tornano a crescere a quasi 63.000 addetti.

L'export farmaceutico totale (specialità medicinali e materie prime) nel 2014 è stato pari a 20,7 miliardi di euro, in crescita del 6%. Si conferma dunque anche quest'anno il trend in aumento dell'export, che rispecchia l'elevata propensione all'internazionalizzazione delle imprese del farmaco. Dal 2009 al 2014, infatti, l'industria farmaceutica in Italia è stata capace di incrementare il proprio export più che gli altri Paesi europei (+71% rispetto a +25% dell'Ue). Le importazioni totali del farmaceutico sono aumentate del 22%.

Nel 2014 la produzione di farmaci e vaccini è cresciuta di circa il 5%, crescita che dipende, confermando una tendenza di più lungo periodo, principalmente dall'aumento delle esportazioni, senza il quale sarebbe stata molto più contenuta (+2%).

Dal 2004 il valore della produzione farmaceutica è cresciuto complessivamente del 38%, per effetto di una crescita del 115% delle esportazioni, a fronte di un calo del 28% per le vendite interne. Nello stesso periodo il PIL a valori correnti è cresciuto del 12%.

A febbraio 2015 ISTAT ha pubblicato il rapporto sulla competitività dei settori produttivi e l'industria farmaceutica figura al primo posto tra i settori manifatturieri per l'indicatore di competitività, un dato di sintesi che comprende, produttività, performance sui mercati esteri, innovazione e redditività.

L'incidenza dell'industria farmaceutica sul totale dell'industria manifatturiera in Italia varia dal 2% dell'occupazione all'1,0% delle spese per Ricerca e Sviluppo.

Il processo di internazionalizzazione coinvolge il settore farmaceutico molto più della media industriale, sia per la presenza di imprese estere in Italia, sia per la proiezione all'estero di quelle italiane. Tra le imprese a capitale italiano, le farmaceutiche sono al primo posto per investimenti rispetto al fatturato e per grado di internazionalizzazione.

Tra le imprese a capitale estero quelle farmaceutiche sono le prime per il valore degli investimenti in Italia.(Fonte Farmindustria)

Responsabilità sociale dell'impresa
La Società, nello svolgimento delle proprie operazioni commerciali e nei rapporti con le parti interessate, continua nel proprio impegno teso a consolidare una cultura di responsabilità sociale dell'impresa mantenendosi sensibile alle preoccupazioni sociali ed ambientali.

Tra le attività condotte da Takeda Italia riconducibili a un principio di responsabilità sociale possono essere citate diverse iniziative che si rivolgono prima all'interno dell'azienda - alle proprie risorse umane - per poi passare all'esterno della stessa.

Per il proprio personale la Società, oltre alle attività già avviate ed apprezzate, ha realizzato alcune iniziative tra le quali:

  • l'HRC Talent Days. L'iniziativa intende aiutare i figli dei dipendenti delle aziende della HR Community Academy ad avvicinarsi al Mondo del Lavoro con maggiore consapevolezza, evitando di intraprendere percorsi professionali non in linea con le esigenze del mercato e distanti dalle proprie inclinazioni personali. Una delle edizioni è stata realizzata presso la Sede di Roma, cui hanno partecipato una trentina di giovani, figli dei dipendenti, provenienti da tutta Italia. Durante la giornata di formazione, i partecipanti, per i quali Takeda ha sostenuto le spese di viaggio per raggiungere la propria Sede di Roma, hanno: appreso le tecniche e gli strumenti utili a finalizzare una ricerca di lavoro, conosciuto testimonials per l'orientamento professionale, nonché le realtà e i valori presenti nel mondo aziendale, sviluppato strategie e tattiche per l'orientamento nel mercato del lavoro;
  • il lancio della versione digitale di Babele. In occasione del decimo anniversario della biblioteca aziendale, è stata resa disponibile una versione online del servizio per potere richiedere libri, audiolibri e dvd direttamente da pc o tablet;
  • "Takeda incontra AISOS" Il personale della Sede di Roma è stato invitato all'incontro con Fabrizio Macchi, Campione Mondiale Paraolimpico di Ciclismo e testimonial dell'Associazione Italiana per lo Studio dell'osteosarcoma - AISOS Onlus, il quale ha parlato di come ha superato e vinto questo tumore raro che colpisce le ossa;
  • il Children Day presso EATALY di Roma. Iniziativa oramai consolidata e rivolta ai figli dei dipendenti, che quest'anno ha offerto ai bambini la possibilità di partecipare ad un laboratorio di cucina per imparare a fare i biscotti;
  • il Check Up Day per il personale di Sede. Programma di prevenzione sanitaria, su base volontaria, con analisi emato-chimiche generali e visite specialistiche: cardiologia, ECG;
  • "Prevenzione Donna" per le donne dipendenti della Sede di Roma. Iniziativa realizzata in occasione della Festa della Donna che ha offerto la possibilità di effettuare gratuitamente, presso il centro medico di riferimento dell'azienda, alcune visite;
  • l'omaggio a tutto il personale della Sede della tessera Interclub, centro servizi per il tempo libero ed i consumi familiari;

All'esterno si consolida la collaborazione tra la Società e gli operatori sanitari, le associazioni di pazienti, le società scientifiche e le istituzioni per consentire l'accesso a farmaci innovativi, a servizi e ad informazioni che fanno realmente la differenza nella vita dei pazienti. Questo permette a Takeda di essere partner dei cambiamenti organizzativi nella gestione della salute e di distinguersi come consulente di valore.

In linea con questo impegno, vengono realizzate diverse iniziative tra le quali:

  • il "Progetto Sostegno" campagna di informazione che consentirà ai pazienti di ricevere informazioni qualificate su come affrontare i Linfomi, e in particolare il Linfoma di Hodgkin, realizzata da AIL - Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma con il contributo non condizionato di Takeda. Il progetto ha inoltre lo scopo di agevolare il dialogo tra medici e pazienti, mediante l'organizzazione di iniziative e riunioni con i più importanti specialisti italiani. Attraverso materiali informativi specificamente realizzati, i pazienti ottengono altresì indicazioni per orientarsi da un punto di vista legale, pratico e psicologico durante il percorso terapeutico. Il progetto che grazie al lavoro delle 81 sezioni provinciali AIL ha una diffusione capillare ed una durata complessiva di due anni, si inserisce tra le diverse attività dell'associazione dedicate ai pazienti allo scopo di:
    • consolidare il rapporto paziente-medico
    • consentire uno scambio diretto di informazioni aggiornate ed attendibili
    • supportare il paziente nel percorso verso la guarigione
    • promuovere una scelta consapevole delle opzioni terapeutiche

  • il primo master italiano in "Lean Healthcare Management" organizzato dall'Università di Siena in collaborazione con l'Azienda Ospedaliera Universitaria Senese e con il contributo di Takeda. Il master, della durata di 14 mesi e rivolto agli operatori del settore sanitario, ha l'obiettivo di applicare l'approccio manageriale del "pensiero snello" (lean thinking) in ambito sanitario per diminuire la complessità dei processi, ridurre gli sprechi e i costi, migliorando sia la qualità dell'assistenza al paziente che la soddisfazione degli operatori sanitari. Takeda è l'unica azienda a patrocinare questa iniziativa, confermando il proprio impegno nel supportare iniziative tese a migliorare la sostenibilità delle cure attraverso l'ottimizzazione dei processi e delle organizzazioni affinché tali risorse siano reinvestite in salute, a beneficio di un migliore trattamento dei pazienti;

La solidarietà nel sociale è invece testimoniata dalle iniziative in cui la Società è coinvolta da tempo e su diversi fronti, in collaborazione con alcune associazioni no profit operanti in tutto il mondo a sostegno dei più bisognosi.

Mantenendo sempre in modo costante l'impegno con strutture sanitarie, associazioni specialistiche ed associazioni non lucrative, attraverso l'erogazione di finanziamenti di borse di studio e contributi a sostegno di progetti umanitari, nell'anno finanziario la Società si è particolarmente impegnata nel sostegno di alcuni importanti progetti quali:

  • il progetto "Gold for Kids" della Fondazione Umberto Veronesi per finanziare attività di cura e di ricerca nel settore dell'oncologia pediatrica. Le neoplasie pediatriche rappresentano ancora la prima causa di morte per malattia nei bambini e hanno un impatto drammatico sui pazienti e sulle loro famiglie. "Gold for Kids" vuole quindi aiutare questi bambini e garantire loro le migliori cure possibili, per aumentare sensibilmente le aspettative di guarigione;
  • la collaborazione con L'Atelier de L'Espérance delle Suore Salesiane - Istituto delle figlie di Maria Ausiliatrice, in Benin (Africa Occidentale), per la realizzazione delle cuffie chirurgiche a marchio TachoSil. L'atelier di cucito dà lavoro, promuove attività generatrici di reddito e rende dignità alle ragazze ex vittime dello sfruttamento, diventando un reale strumento di reinserimento sociale;
  • il BAOBAB Project, in collaborazione con Amicus Onlus, nell'ambito del quale medici italiani svolgono volontariamente la propria attività presso il Baobab Medical Centre - all'interno del villaggio Baobab costruito nel distretto di Biriwa in Ghana - allo scopo di fare formazione e trasferire così le informazioni più aggiornate al personale medico ed infermieristico ghanese;
  • l'adozione a distanza di 10 bambini residenti in paesi in via di sviluppo, in collaborazione con Reach Italia Onlus;
  • il sostegno ad AMREF per:
    • l'Outreach Medical Service Programme dei Flying Doctors di, progetto umanitario che porta assistenza medica a circa 30 milioni di abitanti delle aree rurali dell'Africa orientale e coinvolge 150 ospedali;
    • la formazione annuale di un clinical officer e di un infermiere;
  • la promozione, presso il proprio personale di Sede, di una raccolta di generi alimentari e regali per "Il Pranzo di Natale" organizzato dalla Comunità di Sant'Egidio e rivolto ai senza fissa dimora, anziani, stranieri, disabili e persone indigenti di Novara e dei quartieri Eur-Laurentino e Garbatella-Ostiense di Roma;
  • il sostegno, nella spesa alimentare per una settimana, di cinquanta famiglie che accedono gratuitamente all'Emporio della Solidarietà di Caritas Roma. Il progetto sociale rappresenta lo strumento per permettere alle famiglie di recuperare un atteggiamento più attivo di fronte alle difficoltà e agli eventi negativi, facendo leva sulle proprie risorse;
  • il contributo alle spese di ristrutturazione della nuova Casa di Andrea di Andrea Tudisco Onlus, associazione che opera a Roma con l'obiettivo di tutelare il diritto alla salute dei bambini che, non potendo essere assistiti nelle strutture delle città di residenza, hanno bisogno di essere curati nei reparti specializzati degli ospedali romani;
  • il sostegno della missione chirurgica in Benin di Emergenza Sorrisi Onlus per operare bambini affetti da malformazioni del volto;

A queste iniziative si aggiungono quelle realizzate dallo Stabilimento di Cerano, allo scopo di mantenersi vicini alle esigenze del proprio territorio, in collaborazione con le Istituzioni e le associazioni no profit locali. Tra queste si evidenzia:

  • il sostegno alla Fondazione "I Bambini delle Fate" per il progetto "Adotta una terapia" per dare assistenza ai bambini autistici nel centro specializzato di Novara;
  • la donazione all'Associazione Umanitaria "Noi con Loro", sezione di Cerano, per il progetto di accoglienza dei bambini bielorussi vittime innocenti del fall-out radioattivo conseguente all'incidente avvenuto presso la centrale nucleare di Chernobyl;
  • la sponsorizzazione di "Una partita per vincere insieme" a favore di AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla;
  • la donazione all'Associazione ONLUS "VO.CE Volontari Ceranesi" finalizzata al completamento di alcuni interventi per la loro nuova sede;

La Società conferma, altresì, il proprio impegno per la difesa dell'ambiente e la tutela delle risorse.
Dopo il lancio nel 2010 del "Green Project Takeda", per lo sviluppo di una maggiore consapevolezza e responsabilità nei confronti dell'ambiente all'interno dell'azienda, è stata avviata la realizzazione del Sistema di Gestione Integrato Salute Sicurezza e Ambiente, confermata la presenza di modelli "green" ibridi per ciascuna categoria d'auto prevista nella Car Policy e noleggiato un modello ibrido anche come auto di servizio per la Sede di Roma. La disponibilità di auto ibride è stata accolta favorevolmente dagli utilizzatori e nel 2014 ha permesso alla Società di abbattere del 18%, rispetto all'anno precedente, la media di emissioni di CO2 prodotte dal parco auto