Carcinoma mammario

EPIDEMIOLOGIA
Il carcinoma mammario è la forma di cancro più comune nelle donne, in cui circa un tumore maligno su tre è un tumore mammario (30%).
La stima dei nuovi casi diagnosticati in Italia nel 2016 è di circa 50.200.
Il carcinoma mammario è la prima causa di morte per tumore nelle donne, nel 2013 sono stati registrati 11,939 decessi per carcinoma della mammella.

 

SVILUPPO DEL CARCINOMA MAMMARIO
La ricerca scientifica ha dimostrato che i seguenti fattori contribuiscono ad aumentare il rischio di sviluppare la malattia:

  • Per le donne che hanno già avuto un cancro al seno il rischio di ricaduta è maggiore.
  • Familiarità. La presenza di donne colpite dalla malattia nella stessa famiglia rappresenta un fattore di rischio.
  • Modificazioni genetiche. Test genetici sono in grado di dimostrare se una donna ha subito specifiche modificazioni genetiche che ne accrescono la predisposizione a sviluppare il cancro.
  • Alcune precedenti patologie mammarie possono rappresentare un fattore di rischio.
  • Altri fattori di rischio sono rappresentati dalla nulliparità, mancato allattamento al seno, prima gravidanza a termine in età più avanzata (> 30 anni), menopausa tardiva, stile di vita: obesità, scarsa attività fisica, uso di alcool, elevato consumo di carboidrati e grassi saturi.

E' molto importante lo screening per una diagnosi precoce:

  • Autopalpazione
  • Visita senologica
  • Mammografia ed Ecografia

Lo screening riduce la mortalità di un 23-25%. Significa che 1 donna su 4 che fa screening viene guarita solo perché è stata effettuata una diagnosi in fase precoce.

Le informazioni riportate nella presente scheda non sono esaustive; per ulteriori informazioni sulla patologia rivolgersi al proprio medico.