Farmacovigilanza

Tollerabilità dei farmaci
Il ruolo della farmacovigilanza dentro e fuori Takeda

La farmacovigilanza è l'insieme delle attività che si propongono di fornire informazioni sulla sicurezza dei farmaci, assicurando così che quelli disponibili sul mercato garantiscano un rapporto beneficio-rischio favorevole per la popolazione.

La farmacovigilanza costituisce un'attività essenziale per ogni industria farmaceutica: è fondamentale per conoscere meglio i farmaci, per informare correttamente i medici che li prescrivono e per proteggere i pazienti che li assumono. Si tratta quindi di un processo multidisciplinare che richiede una stretta collaborazione tra tutti gli operatori coinvolti, dalle autorità sanitarie nazionali a quelle sovranazionali.

In Italia l'autorità responsabile della farmacovigilanza è l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) che gestisce la Rete nazionale di farmacovigilanza, ovvero una banca dati elettronica che raccoglie le segnalazioni di sospette reazioni avverse effettuate dagli operatori sanitari e dai pazienti. Alla Rete nazionale di farmacovigilanza possono accedere Aziende sanitarie locali, Aziende ospedaliere, Regioni e aziende farmaceutiche.

Le segnalazioni possono essere effettuate tramite la Scheda unica di segnalazione di sospetta reazione avversa, che può essere compilata anche online.

L'Aifa è collegata all'Ema (European medicines agency), autorità regolatoria europea responsabile anche in tema di farmacovigilanza: i dati italiani presenti nella Rete nazionale di farmacovigilanza, inoltre, vengono costantemente trasmessi all'Ema popolando così la banca dati informatizzata europea EudraVigilance.

In Takeda Italia il personale di farmacovigilanza può essere contattato direttamente:
tel: 06.502601
fax: 06.50260777