Skip main navigation

Main contents starts here

La Farmacovigilanza per valutare
costantemente il profilo di
tollerabilità dei nostri farmaci.
banner

La Farmacovigilanza è l'insieme delle attività il cui obiettivo è fornire, in modo continuativo, informazioni utili sulla sicurezza dei farmaci, permettendo così l'adozione di misure opportune e assicurando che i farmaci disponibili sul mercato presentino, nelle condizioni di utilizzo autorizzate, un rapporto beneficio-rischio favorevole per la popolazione.
Obiettivo finale delle attività di Farmacovigilanza è di valutare costantemente il profilo di tollerabilità del farmaco per tutto il suo periodo di utilizzo, a partire dalle prime sperimentazioni cliniche e per tutta la durata della fase post-marketing.

Nell’ambito delle diverse funzioni di un’industria farmaceutica, la Farmacovigilanza costituisce un'attività essenziale per conoscere meglio i farmaci, per informare correttamente i medici che li prescrivono e per proteggere i pazienti che li assumono, garantendone la sicurezza di impiego nel tempo. Si tratta, quindi, di un processo multidisciplinare che richiede una stretta collaborazione tra tutti gli operatori professionali coinvolti, autorità sanitarie nazionali e sopranazionali, autorità sanitarie locali ed aziende farmaceutiche.

In Italia, l'autorità regolatoria nazionale responsabile della Farmacovigilanza è l’Agenzia Italiana del Farmaco ( AIFA), che gestisce la "Rete Nazionale di Farmacovigilanza”, una banca dati elettronica nazionale che raccoglie le segnalazioni di sospetta reazione avversa effettuate dagli operatori sanitari e dai pazienti.

Alla Rete Nazionale di Farmacovigilanza possono accedere, a diversi livelli, i vari operatori sanitari (Aziende Sanitarie Locali, Aziende Ospedaliere, Regioni) e le aziende farmaceutiche.

Le segnalazioni possono essere effettuate tramite la Scheda Unica di Segnalazione di Sospetta Reazione Avversa. E’ possibile compilare la Scheda anche elettronicamente, collegandosi al sito web dell’AIFA (http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/modalità-di-segnalazione-delle-sospette-reazioni-avverse-ai-medicinali). Inoltre, per i Medici di Medicina Generale è possibile effettuare la segnalazione anche tramite l’applicazione “Fimmg-Aifa”, la prima App per iPhone e iPad dedicata alle attività di farmacovigilanza che si propone come nuovo strumento di segnalazione (è possibile scaricare questa applicazione collegandosi a http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/nasce-adr-fimmg-aifa-la-prima-app-mmg-dedicata-alla-farmacovigilanza-e-la-consultazione-dell).

Come gli altri Stati Membri, anche l'Italia è inserita in un sistema di Farmacovigilanza europeo. Infatti, l’AIFA è collegata all’EMA (European Medicines Agency - autorità regolatoria europea responsabile anche della Farmacovigilanza), anche tramite la Rete Nazionale di Farmacovigilanza. I dati italiani presenti nella Rete, infatti, vengono costantemente trasmessi all’ EMA, popolando così una banca dati informatizzata europea, chiamata “EudraVigilance”.

In Takeda Italia, il personale della Farmacovigilanza può essere contattato come segue:
Tel: 06-502601
Fax: 06-50260777

Skip side navigation

Skip sub navigation

Page Top